Gli occhi miti di un cervo e la sua cerbiatta.

Mariapaola Meli

C’inoltriamo nel bosco tu ed io,

su un cavallo bianco.

Tutta la natura all’alba

ancora da scoprire

nel silenzio…….. dove il gufo prima di dormire

racconta sul ramo la sua storia infinita

e la rana nel ruscello sonnecchia

mentre si gonfia e promuove il suo verso.

Il ramarro all’ombra dell’albero spera

di potersi nascondere ai primi raggi del sole…..

ma ecco l’usignolo che intreccia

il suo racconto mattutino, è una preghiera.

Tutto si risveglia, i raggi sfrecciano

tra i rami nell’oscurità del bosco.

Raggiungiamo il cuore della radura

mentre uccellini in coro danzano sul ramo.

Lo scoiattolo attento sta sul pino,

il riccio corre nella sua tana

mentre curiosa la lepre si avvicina.

Il barro e il cespuglio di pungitopo ed erica

si tolgono di dosso la brina leggera,

la rosa selvatica fa capolino tra loro

e mostra timidamente il petalo bianco

anche il rovo si desta. Tutto d’improvviso quel…

View original post 203 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...