RETE ITALIA NEWS ANNUNCIA LA PRESENTAZIONE DEL PRIMO RAPPORTO SUL TURISMO DELLE RADICI IN ITALIA

All’Università della Calabria, presso l’aula Caldora a Cosenza, è stato presentato il Primo rapporto sul Turismo delle Radici in Italia, ovvero quello generato da emigrati o loro discendenti che rientrano in Italia, nel paese di origine proprio o dei propri avi, per una vacanza. Il progetto è stato illustrato da Giovanni Maria De Vita del MAECI che dal 2018 si occupa attivamente di turismo delle radici, dalla prof. Sonia Ferrari e della dott. Tiziana Nicotera dell’Università della Calabria, in collaborazione con le università di Mar del Plata, Torino, Bari, Messina e realizzato con il contributo del Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Il network di ReteItalia.org della Associazione Europa Cultura-Italia  partecipa a questo piano di sviluppo turistico, in sintonia e a seguito della organizzazione nel 2020 della prima video conferenza (per allora avveniristica) dei  Fogolârs dell’Ente Friuli nel Mondo in un contesto Culturale, Eno-Gastronomico e Fieristico. Già all’ExpoMilano2015 era stato presentato da Giampietro Comolli, presidente del Comitato delle Produzione di Eccellenze Agro-Alimentari di Rete Italia, esperto nella creazione di Distretti Produttivi Attrattivi Turistici nelle Aree Interne e Vulnerabili, il progetto Ambasciatori nel Mondo formulato da AIKAL, associazione internazionale con sede a Venezia, per la promozione di pacchetti turistici presso associazioni di italiani all’estero inserito nell’incoming  “DestinazioneUnPoGrande”, percorso del fiume Po, da Torino a Venezia. Programma che ha visto coinvolti anche i parlamentari italiani eletti all’estero, i Consoli e i Com.it.es di molti paesi.  Il 2023 si presenta come un anno di svolta e di innovazione turistica dopo le limitazioni, ma anche un tempo di recupero di rapporti con i territori nativi di origine di tanti italiani che vogliono ritornare.

Rete Italia ha aderito all’iniziativa “2023 Anno del Turismo di Ritorno: alla scoperta delle origini “ promossa da Rete Destinazione Sud , coinvolgendo numerose Amministrazioni Comunali dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia (da Cordovado a Pantelleria), primari Enti rappresentativi anche a livello internazionale (da Ente Friuli nel Mondo, Bellunesi nel Mondo alla Accademia del Peperoncino e Consorzio Olio di Calabria IGP), con un apporto di adesioni significative e ampliando le destinazioni e i contatti in tutte le Regioni Italiane del Centro Nord.

Il Format Rete Italia, nato da anni, prevede il coinvolgimento di figure professionali e imprenditoriali di diversi settori strategici del Paese Italia creando tavoli e conferenze di servizi territoriali su tematiche mirate, tutte indirizzate a semplificare la vita produttiva e a valorizzare risorse già esistenti in quelle aree dei piccoli borghi, dei distretti di eccellenze, delle aree svantaggiate ma anche nei centri urbani.

Un esempio lanciato e consolidato dal Coordinamento Nazionale di Rete Italia dei Comitati Alluvionati e Terremotati Italiani anche durante la prima edizione della Borsa del Turismo del Centro Italia (M.U.L.A.) a San Benedetto del Tronto  nell’agosto – settembre 2018, dal quale è emerso il legame tra le zone svantaggiate e le nuove destinazioni turistiche di alto pregio e valore aggiunto, con costi contenuti se c’è la presenza di imprese di presidio.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...